Come coprire il deficit di bilancio dello Stato - Help Tecno Blog

HelpTecnoBlog.com un blog dedicato alle novità tecnologiche per smartphone, tablet, iPhone, iPad. Novità dal mondo automobilistico su Auto, Crash Test e una serie altri tempi relativi alla conoscenza, unboxing, guide e recensioni.

Breaking

Home Top Ad

Post Top Ad

3/13/2016

Come coprire il deficit di bilancio dello Stato

Abbiamo parlato delle varie teorie sul bilancio statale, ma ora dobiamo porci la domanda:" Nel caso di deficit, come si fa a coprirlo?". Domanda molto interessante, che ci apre un grande panorama: come al solito, meglio avere crediti piuttosto che debiti.
  • Il ricorso al debito pubblico, garantisce (se ben gestito) una ripresa economica. Pertanto è necessario capire da cosa deriva il deficit, se da investimenti, per consumi correnti o per gli interessi di debiti precedenti. Nel primo caso, non ci sono gravi problemi, dato che una buona getione portrà al pareggio nel medio-lungo termine.
  • Nel secondo caso, invece lo Stato ha speso del denaro per spese correnti, in questo modo aumenta il benessere presente, ma ostacola la crescita economica (meno denaro da investire). 
  • Il terzo caso, invece è il più grave, perchè lo Stato si trova a rimborsare interessi per prestiti passati, in questo modo sostiene spese in un periodo di ulteriore necessità di prestiti. per questo, aumenta l'inflazione (aumento dei tassi e del costo della vita), producendo effetti negativi sulla società. Si crea quindi un circolo vizioso senza fine.

Per coprire i debiti contratti, lo Stato ha principalmente uno strumento:
L'accensione di nuovi prestiti (manovra poco conveniente in caso di prestiti passati non ancora chiusi). Dato che si fa ricorso al mercato del risparmio, questo crea inflazione, aumento del costo della vita e minori investimenti nel breve termine.

Fino a che limite uno Stato può indebitarsi?
Viene denominato "livello sostenibile" il livello dei debiti che uno Stato può contrarre, per avere un influsso positivo sull'economia (o di poca incidenza). Certamente, non possiamo valutare una percentuale statica, dato che uno stato che produce 1.000.000, e ha un deficit di 500.000, non può essere comparato ad uno che ha 10 volte tanto di prodotto interno lordo. Pertanto viene calcolato in relazione al PIL. Secondo l'UE diventa insostenibile un disavanzo pari al 3% del PIL (il limite è comunque fissato al 60%). Per migliorare il rapporto, possiamo incrementare il PIL, oppure diminuire il deficit.

Seguimi anche sui social, nessuno mi ripaga per il tempo che dedico al mio blog




Quello che pensi è importante, aggiungi il tuo commento qui sotto! E condividi il post con i tuoi amici!

Redatto da staff informatica e tecnologia:
Blog News Fiscali: www.milanoconsultantsblog.blogspot.it  www.milanoconsultantsepartners.it  www.caffacile.it  www.modello730precompilato.it

Nessun commento:

Posta un commento

Spunta la casella qui a lato per essere avvisato della risposta

Post Bottom Ad