Quando in analisi grammaticale

Il " quando " nell'analisi grammaticale crea grandi problemi in sede di analisi grammaticale, alle prime armi.  Vediamo come comportarci quando ci troviamo avanti a questa parola in analisi grammaticale. L'analisi grammaticale viene effettuata per identificare le singole parole, definendole come avverbi, aggettivi (o attributi), nomi, articoli, verbi e molte altre parti della frase, al fine di dare una classificazione ad ogni parola.

blogger-image--293661714



Cos'è il " quando " in analisi grammaticale? 

Il “quando” in analisi grammaticale, può assumere varie funzioni, per tale motivo è bene fare degli esempi per la sua corretta qualificazione. Ad esempio possiamo trovarlo in una domanda “quando andiamo a mangiare?”; oppure in una frase sempre per indicare un’unità temporale, ad esempio “Ci salutammo, quando era scoccata la mezzanotte”; o in altre frasi come ad esempio “Non so quando potremmo andare a vedere quel concerto”. La parola “quando”, quindi assume una diversa qualificazione in base al contesto della frase e questo concetto è bene tenerlo presente in tutte le frasi che si analizzano. Vediamo qui sotto cos’è “quando” in analisi logica:

1) Quando può essere un avverbio, si ha nel caso in cui viene incluso in una domanda diretta oppure indiretta. Una regola semplice per distinguere quando siamo in presenza di un avverbio, è la presenza del punto di domanda.

Ad esempio:

  • Quando andiamo a giocare a tennis?
  • Il sole, quando sorge?
  • Mio fratello sta tornando da Londra. Quando parte?


2) Quando può essere una congiunzione, si ha nel caso in cui viene introdotta una preposizione  subordinata, in poche parole, quando c’è una frase principale e si accosta una frase che specifica ciò che è presente nella prima, la completa.  Facciamo degli esempi per capire meglio:

  • La notte finisce, quando il sole sorge.
  • quando sarai d’accordo, potremmo andare a giocare a calcio;
  • Il mio cane è ancora troppo piccolo per viaggiare, quando diventerà adulto potrei ripensarci.


3) Quando può essere semplicemente anche un sostantivo, nella specie un nome comune, ma anche in questo caso dipende dalla frase. Il caso è molto raro, dato che normalmente nel parlato non lo usiamo quasi mai, ci si accorge che ha funzione di sostantivo quando è preceduto da un articolo.

  • Mi piacerebbe andare al cinema con te, ma non so se tra una settimana o tra un mese. Dimmi tu il quando.
  • Ti fisso una visita specialistica. Mi puoi dire il quando?
Ed ecco tutto, per altre guide sul lessico e la grammatica, ecco l’area del blog dedicata. 




Offerte consigliate:



Commenti