Il passaggio dal Simbolismo al Futurismo

Questo passaggio fu un tassello molto importante per giungere alla società di oggi. Il Simbolismo era basato sulla teoria del " verso libero ", fu fondato in Francia e vide uno sviluppo anche in Italia, tanto che Marinetti nel 1906 fondò la rivista " Poesia ".


3 anni dopo la rivista chiuse, questo evento segnò l'inizio della decadenza di questo stile e inaugurò il futurismo. Uno stile fondato sulle parole libere, " così come vengono dal poeta ". 
Come abbiamo già visto qui, il futurismo venne fondato da Marinetti, inizialmente di concezione simbolista ( tutti i romanzi antecedenti a  " Mafarka il futurista "). L'idea gli venne quando nella guerra in Libia del 1911 gli fu affidato il compito di riportare sui giornali  i fatti bellici con suoni, odori e precisione. Cosa di meglio se non riportare anche i suoni, così come lui li sentiva?
Il concetto futurista era la simultaneità, ovvero la lettura di un testo senza una successione, ma continuità. Puntava sulla distruzione del pensiero individuale, l'emozioni delle cose materiali senza un filo logico e spazio-temporale, ma " così come vengono ". Vediamo lo stile futurista su cosa si fondava qui


Segui Help Tecno Blog sui canali social per rimanere aggiornato sulle ultime novità, basta un click:
-Seguici su Facebook😄
-Seguici su Twitter😀
-Seguici su YouTube😁
-Iscriviti ai Feed😏

Offerte consigliate:

   

Commenti