Chi erano i vociani?

I Vociani rappresentavano un movimento letterario che si fondò in un periodo di cabiamento sociale, culturale e politico, in un tema di negatività. Per questo vennero favorite le riviste fiorentine: " Il Leonardo ", " Lacerba ", " Hermes " e " Il Regno ",che andavano verso l'avanguardismo europeo.

Queste correnti venivano divise in " Voci ": la voce di Prezzolini, la  voce bianca di De Robertis e altre voci. Le principali comunque sono queste due, caratterizzate da alcune differenze. La prima faceva parte della rivista de " La Voce ", grande interesee fu alla vastità dei temi trattati, grazie alla collaborazione di molti scrittori famosi, come: Benedetto Croce, Luigi Einaudi e Giovanni Amendola. Alla base di questa rivista c'era la divulgazione e l'aggiornamento sui problemi della società, difatti Prezzolini voleva parlare di temi molto attuali, primo fra tutti il problema sull'educazione. 
Nel 1913 sorge la voce di De Robertis, che fodò " Lacerba ". Nel 1914 venne scelto come redattore de " La Voce ", che non viaggiava in buone acque e venne ridenominata in " Voce Bianca ". Si andò verso una prosa breve e l'attenzione alla letteratura, che fecero risorgere questa rivista fiorentina. 


Segui Help Tecno Blog sui canali social per rimanere aggiornato sulle ultime novità, basta un click:
-Seguici su Facebook😄
-Seguici su Twitter😀
-Seguici su YouTube😁
-Iscriviti ai Feed😏

Offerte consigliate:

   

Commenti