Lo Stato sociale - il paese dell’Amore NUOVO SINGOLO - Help Tecno Blog

HelpTecnoBlog.com un blog dedicato alle novità tecnologiche per smartphone, tablet, iPhone, iPad. Novità dal mondo automobilistico su Auto, Crash Test e una serie altri tempi relativi alla conoscenza, unboxing, guide e recensioni.

Breaking

Home Top Ad

Post Top Ad

8/31/2018

Lo Stato sociale - il paese dell’Amore NUOVO SINGOLO

Lo Stato Sociale presenta una nuova canzone. Chi é lo Stato sociale? I veri vincitori, che sono arrivati secondi al Festival di San Remo lo scorso anno. Hanno fatto il giro dell’Italia con la loro splendida canzone “Una vita in vacanza” e la mitica “vecchia che balla” che effettivamente era presente sul palco. La formazione della band é la seguente: Alberto "Albi" Cazzola - voce, basso (2009- Francesco "Checco" Draicchio, Lodovico "Lodo" Guenzi , Alberto "Bebo" Guidetti e Enrico "Carota" Roberto. Il nuovo brano che potete ascoltarlo proprio qui sotto fa anche da colonna sonora della serie Fox Romolo + Giuly. La Guerra Mondiale Italiana. La nuova canzone si intitola “Il paese dell’Amore”.


il link qui sotto di iTunes:



TESTO DELLA CANZONE: Questa è per te: il paese dell’amore
Tra le vie della moda e le vie del Signore
se il mio tramonto rosa, rosa di carbone
sei il sogno impossibile di una pensione
Siamo io e te, ubriachi di vita e la patente ritirata
a sparare ai gommoni da una spiaggia confiscata alla mafia
Ti amo solo se mi ami tu
Ti do da lavorare se mi paghi tu
Cantiamo l’inno nazionale che fa
tutturututu
ti voglio solo se tutta per me

mi manchi solo quando lei non c’è
Ti invito alla festa solo se inviti me
Siamo una grande famiglia che canta
Tutturuttutu
Difendiamo fortissimo i nostri confini
Odiamo i neri ma amiamo i gattini
Il nostro amore è una guerra mondiale all’italiana.
Amor che nun l’ho amato, amatriciana?
Siamo io e te, tre metri in fuorigioco
scusa ma ti chiamo errore
Che L'unica cosa seria rimasta in questo paese è la ristorazione
Ti amo solo se mi ami tu
Ti do da lavorare se mi paghi tu
Cantiamo l’inno nazionale che fa
tutturututu
ti voglio solo se tutta per me
mi manchi solo quando lei non c’è
Ti invito alla festa solo se inviti me
Siamo una grande famiglia che canta
Tutturuttutu

Peschiamo nel naviglio,
sciamo sul Vesuvio,
gli occhi da terrone,
un fisco per l’estate,
un bacio ed un condono,
ma che due palle e un cono:
qui c’è il mare bello
qui si mangia meglio
qui c’è il bel canto
si ma poi mi sveglio!

Post Bottom Ad