Fonti del diritto aeronautico - Help Tecno Blog

HelpTecnoBlog.com un blog dedicato alle novità tecnologiche per smartphone, tablet, iPhone, iPad. Novità dal mondo automobilistico su Auto, Crash Test e una serie altri tempi relativi alla conoscenza, unboxing, guide e recensioni.

Breaking

Home Top Ad

Post Top Ad

7/21/2017

Fonti del diritto aeronautico

Quali sono le fonti del diritto aeronautico e dei trasporti? Non sono sufficienti quelle presenti nell’articolo 1 del codice della navigazione, perché non le indica tutte e sono ridondanti, alcune norme non sono più applicabili come quelle delle corporazioni. Tutte le fonti prevalgono al diritto comune grazie al principio di specialità del diritto aeronautico, della navigazione e dei trasporti. In aggiunta all’articolo 1 del codice della navigazione deve essere presa in considerazione la Costituzione, le fonti comunitarie UE e infine le convenzioni internazionali.

  • Costituzione: ispirazione al diritto aeronautico con principi e valori, costituisce un filtro alla penetrazione della disciplina aeronautica internazionale e comunitaria, perché dovranno essere aderenti ai principi e valori costituzionali (art. 2 - diritti inviolabili, art. 9 - tutela ambientale, art. 16 - diritto di mobilità cittadino, art. 41 - iniziativa privata libera, art. 117 - competenze regionali).
  • Internazionale: Convenzione di Montreal del 1999 che disciplina la responsabilità del vettore nel trasporto aereo - Convenzione di Chicago del 1944 che uniforma il diritto aeronautico, allegati che impongono allo Stato di adeguarsi con delle raccomandazioni e un’altra parte dedicata agli standard rivolti agli Stati. 
  • Diritto comunitario: regolamenti e direttive, queste sono sovraordinate rispetto alle norme interne anche aeronautiche.      
  • Oltre a queste il diritto aeronautico trova fonte nel Codice Civile, in quello penale (disastro aviatorio). 
  • Leggi regionali, la competenza è residuale. 
  • Regolamenti in questo diritto molto importanti perché il legislatore si è spogliato di molti poteri affidandoli all’ENAC (Ente nazionale aviazione civile). 
  • Gli usi, nel diritto aeronautico se ci sono, si applicano e solo dopo si utilizza il diritto comune.
  • Analogia legis, se non presente nel diritto aeronautico si andrà in quello marittimo
  • Analogia iuris, se non c’è nulla nel diritto marittimo si andrà a considerare le norme del diritto aeronautico generali e solo dopo il diritto comune. 


Nessun commento:

Posta un commento

Spunta la casella qui a lato per essere avvisato della risposta

Post Bottom Ad