Figure retoriche di Trieste di Umberto Saba - Help Tecno Blog

HelpTecnoBlog.com un blog dedicato alle novità tecnologiche per smartphone, tablet, iPhone, iPad. Novità dal mondo automobilistico su Auto, Crash Test e una serie altri tempi relativi alla conoscenza, unboxing, guide e recensioni.

Breaking

Home Top Ad

Post Top Ad

9/10/2016

Figure retoriche di Trieste di Umberto Saba

Nei testi è sempre difficile trovare le figure retoriche, per prima cosa perché non le conosciamo tutte e ci soffermiamo a quelle principali. Abbiamo già visto il testo di questa poesia qui, ma in  questo post rileveremo insieme tutte le figure retoriche presenti nella poesia Trieste di Umberto Saba


Ho attraversato tutta la città.
Poi ho salita un'erta,
popolosa in principio, in là deserta,
chiusa da un muricciolo:
un cantuccio in cui solo
siedo; e mi pare che dove esso termina
termini la città.
Trieste ha una scontrosa
grazia. Se piace, 
è come un ragazzaccio aspro e vorace,
con gli occhi azzurri e mani troppo grandi
per regalare un fiore;
come un amore
con gelosia.
Da quest'erta ogni chiesa, ogni sua via
scopro, se mena all'ingombrata spiaggia,
o alla collina cui, sulla sassosa
cima, una casa, l'ultima, s'aggrappa.
Intorno
circola ad ogni cosa
un'aria strana, un'aria tormentosa,
l'aria natia.
La mia città che in ogni parte è viva,
ha il cantuccio a me fatto, alla mia vita
pensosa e schiva.

La poesia è ricca di enjambement, praticamente presenti in ogni riga. Le figure retoriche che si possono individuare sono varie e presenti in un gran numero. Per semplificare, ti indicherò con diversi colori le varie figure retoriche. 
Nella prima strofa sono presenti solo degli enjambement nelle righe 5-6-7. Nella seconda strofa invece sono presenti svariate figure retoriche. Eccole qui sotto: 
  • "  scontrosa grazia " è un ossimoro, dato che sono due parole con significato opposto.
  • " come un ragazzaccio " è similitudine, dato che associa la città ad un ragazzaccio
  • un'aria strana, un'aria tormentosa " è un interiezione
  • " come un amore " è una seconda similitudine
  • da quest'erta ogni chiesa, ogni sua via scopro " è un'altra anastrofe
  • " Intorno circola ad ogni cosa " è un'anastrofe.
  • " alla mia vita pensosa e schiva " è invece un'ipallage
Cliccando sulle varie figure retoriche potrai capire meglio come individuarle e cosa sono. 

Seguimi anche sui social, nessuno mi ripaga per il tempo che dedico al mio blog




Quello che pensi è importante, aggiungi il tuo commento qui sotto! E condividi il post con i tuoi amici!

Nessun commento:

Posta un commento

Spunta la casella qui a lato per essere avvisato della risposta

Post Bottom Ad